Istituto Tecnico Statale Economico Turistico e Tecnologico "Emanuela Loi" - Via Emanuela Loi n. 6 - 00048 Nettuno - Tel. 061211226540

 LogoComunitaEuropeaStemma RepubblicaItalianaLogoMinisteroDellIstruzioneDellUniversitaDellaRicercaLogoCittaDiNettuno

pon europei

  • Home 1
  • Home 5
  • Home 3
  • home 6

loiorienta

    eloi

    Oggi sabato 23 maggio, come cittadini italiani e come appartenenti ad una comunità scolastica che porta il nome di Emanuela Loi, agente della Polizia italiana, morta nella Strage di via D'Amelio, ci sentiamo di esprimere la nostra piena partecipazione alla Giornata della Legalità.

    Vogliamo ricordare tutte le vittime della malavita organizzata, a cominciare da Giovanni Falcone e da coloro che morirono assieme a lui proprio in questo giorno, in cui ricorre il ventottesimo anniversario dalla Strage di Capaci.

    In un momento storico come quello che stiamo vivendo, a causa della pandemia da Covid 19 che ha visto la nazione intera ritrovare identità e coesione sociale nella lotta contro l’epidemia, con la stessa forza e con l’identica consapevolezza di essere italiani, dobbiamo diffondere il nostro rifiuto per ogni mafia, ogni tipo di malaffare e dare forza alla legalità.

    Dove crescono le mafie non ci può essere benessere economico, diritti ed eguaglianza tra cittadini, dove crescono le mafie scorre il sangue degli innocenti, si consuma il sopruso dei più deboli.

    La scuola è il luogo dove si affermano i principi dei diritti della Costituzione italiana. La scuola ha il compito, attraverso l’educazione e la cultura, di insegnare ai più giovani quali sono i valori cui tendere. Un compito determinante per sconfiggere i sistemi mafiosi e liberare per sempre la nostra nazione dalla malavita organizzata.

    Come diceva Don Pino Puglisi “A questo può servire parlare di mafia, parlarne spesso, in modo capillare, a scuola è una battaglia contro la mentalità mafiosa, che è poi qualunque ideologia disposta a svendere la dignità dell'uomo per soldi”.

    Per questo vogliamo parlare oggi di chi ha perduto la vita per mano delle mafie, persone che hanno compiuto il sacrificio estremo del bene della loro vita per difendere lo stato, la legalità, la Costituzione sulla quale avevano giurato.

    L’Istituto Tecnico Economico “ Emanuela Loi”  di Nettuno esprime in maniera forte e collettiva la propria adesione alla giornata della legalità, un’adesione che non si limita alle parole che abbiamo voluto spendere oggi per ricordare i nostri morti, caduti per mano delle mafie, ma che prosegue sulla strada intrapresa dalla sua fondazione  di affermazione dei principi della legalità attraverso le buone pratiche della scuola, convinti come siamo che l’istruzione e la cultura sono  indispensabili per togliere terreno alle mafie.

    Il Dirigente Scolastico

    Dott. Gennaro Bosso

      

    Stampa Email

    LOGOWEB

    L’ambito 16 del Lazio ha indetto la I edizione del Concorso “Giampiero Coppola”.

    L’idea di questo concorso nasce dalla volontà di condividere il dolore dell’amica e collega Renata per il lutto che l’ha colpita portandole via il fratello. Un lutto che non è solo il suo ma di tante, troppe famiglie nel mondo.

    Il 2020 è ormai segnato da morte, paura, distanza sociale, crisi economica, incertezza. In un’era di grande sviluppo scientifico e tecnologico, dove l’idea di essere superiori a tutto e tutti ci fa credere di poter camminare da soli, di avere più diritti che doveri, l’uomo ha scoperto i suoi limiti, ha dovuto fare i conti con le sue debolezze, ha cambiato le sue abitudini, il modo di vedere le cose ed ha riscoperto il valore della normalità, dello stare insieme, di fare gruppo, di unirsi per risolvere i problemi: il Problema!

    Una pandemia che non ha fatto distinzione di razze, di ceto sociale, di credo; probabilmente, per quando è crudo ammetterlo, per la prima volta qualcosa di infinitamente piccolo ci ha visti tutti uguali.

    Ma la forza degli uomini sta proprio nella loro capacità di ricominciare, di andare avanti con maggiore consapevolezza sul chi siamo e cosa potremmo e vorremmo essere ed proprio questo il messaggio che dobbiamo e vogliamo mandare: andrà tutto bene perché noi siamo il futuro.

    Stampa Email

    Si invitano i docenti, i genitori e gli studenti a visionare la circolare n.256, che si riporta in allegato, con cui si pubblicano le indicazioni operative per la valutazione formativa e finale degli alunni.

    Si ricorda che la valutazione rappresenta un compito strettamente legato alla didattica e va inserita in ogni contesto in cui si attui una forma di apprendimento e che la stessa incide sul successo formativo degli alunni svolgendo una funzione regolativa con lo scopo di adeguare la formazione alle esigenze reali degli alunni (valutazione formativa).

    Si allega griglia di valutazione che permetterà di formulare le proposte di voto per gli scrutini finali che si svolgeranno in osservanza a quanto sarà successivamente disposto dal Ministero dell’Istruzione.


    Stampa Email

    sudidattica a distanzagiu

    Netiquette è un termine che unisce il vocabolo inglese network (rete) e quello di lingua francese étiquette (buona condotta). È un insieme di regole che disciplinano il comportamento di un utente di Internet nel rapportarsi agli altri utenti.
    L’aula virtuale, le video conferenze, le lezioni in sincrono sono didattica a tutti gli effetti, seppur a distanza, e vigono le stesse regole che vigono in classe; è compito degli studenti frequentare le lezioni sincrone in modo responsabile.
    Di seguito alcune regole di buon comportamento relativo alla didattica a distanza e all’uso della piattaforma per la gestione della videolezione.

    1. Le credenziali di accesso non devono essere diffuse essendo queste rigorosamente personali
    2. I servizi offerti da meet devono essere utilizzati solo ad uso esclusivo per le attività didattiche della scuola
    3. Eventuali registrazioni o foto della lezione stessa NON POSSONO essere diffuse
    4. La puntualità è una delle regole più importanti da osservare. Se la lezione in sincrono inizia ad un orario stabilito, l’alunno deve essere presente per quell’ora; L’ingresso in ritardo disturberà chi sta parlando e costringerà il docente a ripetere quello che si è perso;
    5. Spegnere il microfono dopo aver salutato (tanti microfoni accesi creano un orribile eco)
    6. Scrivere in chat se si ha bisogno di comunicare con altri
    7. Tenere accesa la telecamera (L’insegnante si fa vedere lo deve fare anche l’alunno)
    8. Niente offese o turpiloquio: non si scrivono offese o parolacce in chat e/o a voce.

    Stampa Email

    etwIl nostro Istituto, ancora una volta, riceve l’ambito riconoscimento di eTwinning School per l’anno scolastico 2020-’21. E’ inoltre tra le 2139 scuole pioniere al mondo premiate e riconosciute come leader in settori quali: pratica digitale, pratica di sicurezza elettronica, approcci innovativi e creativi alla pedagogia, attive nel promuovere lo sviluppo professionale continuo del personale oltre che promuovere pratiche di apprendimento collaborativo con il personale e gli studenti.
    Questo non è solo il riconoscimento del successo personale dei singoli insegnanti, ma anche il riconoscimento del grande successo dell’intero team eTwinning in queste scuole.
    L’annuncio ufficiale è avvenuto sul portale eTwinning.net questa settimana e su altri canali di notizie eTwinning e della Commissione europea.
    La scuola ha potuto inoltrare la candidatura poiché attiva in diversi progetti e la referente eTwinning d’Istituto: prof.ssa S.Albani ha ottenuto il Quality Label Nazionale ed Europeo con la classe 4ATuristica con il progetto “eSafetyFirst”. L’utilità di questi progetti è la collaborazione e lo scambio di buone pratiche con i partner europei, gli studenti hanno la possibilità di comunicare con studenti stranieri utilizzando le L2. Anche quest’anno sono attivi diversi progetti sia in Inglese che in Francese e la scuola di Nettuno avrebbe dovuto ospitare nel mese di Aprile il Liceo Polivalente di Forbach ( Lorraine) con cui la prof.ssa G. Rizzo ha in corso il progetto “ Nos petites grands cousins” con le classi quarte delle Relazioni Internazionali per il Marketing e Turistico.
    In questo delicato momento di chiusura delle scuole anche in altri paesi europei, i progetti eTwinning non sono fermi, la piattaforma è attiva ed i progetti diventano un punto d’incontro, condivisione e peer learning per docenti e studenti in questo momento di crisi.

    Stampa Email

    Altri articoli...

    Servizio Meteorologico Militare

    • Moodle
    • Generazioni
    • Delf
    • Avis
    • Universitaly