Istituto Tecnico Statale Economico e Tecnologico "Emanuela Loi" - Via Emanuela Loi n. 6 - 00048 Nettuno - Tel. 06121126540

 LogoComunitaEuropeaStemma RepubblicaItalianaLogoMinisteroDellIstruzioneDellUniversitaDellaRicercaLogoCittaDiNettuno

pon europei

  • Home 5
  • Home 3
  • home 6
  • Home 1

loiorienta

    donne

    Come Istituzione scolastica, vogliamo dedicare la giornata del 25 Novembre alla riflessione per la Giornata contro la violenza sulle donne e dedicarla a tutte le vittime del femminicidio ed  ai loro figli. Sono allarmanti i dati, su questo fenomeno, che riguardano l’anno in corso, sono in aumento le vittime di genere femminile, che passano da 97 a 103; anche gli omicidi avvenuti in ambito familiare salgono e passano da 124 a 127.
    Come ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la violenza di genere è un’emergenza pubblica, ovunque. Tutte e tutti noi possiamo fare qualcosa, sia nella nostra realtà territoriale che a scuola. In questa giornata, allo scopo di sensibilizzare gli alunni/e riguardo questa tematica di particolare attualità e rilevanza nell’ambito dell'educazione civica e del rispetto dei diritti umani, il nostro Istituto ha organizzato una serie di iniziative e percorsi didattici, saranno attivati momenti di informazione e riflessione, attraverso l'analisi di articoli di giornale, la conoscenza di figure femminili significative ed altri percorsi tesi ad educare alle differenze e mettere in discussione la cultura ed i rapporti sociali che sostengono la violenza. Attraverso queste proposte didattiche, saranno realizzati una serie di articoli di approfondimento sul tema che verranno pubblicati sul blog giornale della scuola. Ancora, le ragazze delle classi quarta turistico delle sezioni A e B, allestiranno uno spazio dedicato alla memoria di tutte le donne che sono morte per mano dell’uomo che diceva di amarle. le ragazze della classe VAT, saranno protagoniste di una manifestazione, in cui le vittime di femminicidio, saranno ricordate attraverso brani di libri e frasi. Non mancherà l’approfondimento sul tema, grazie all’incontro con la criminologa dottoressa Flavia Fiumara che si svolgerà nei prossimi giorni. Tutte le iniziative saranno documentate mediante foto e video. La scuola rappresenta un luogo privilegiato dove contrastare gli stereotipi di genere, che sono alla base di una visione errata di donne e uomini nella società.

    Stampa Email

                                                                                                                                                                                

    ds

    Ai docenti e a tutto il personale

    Alle studentesse e agli studenti

     Ai genitori

     

    Cari studenti e genitori, docenti e personale ATA,

    dopo il falso allarme bomba carta, pervenuto giovedì 21 ottobre presso il nostro Istituto, desidero illustrare i fatti accaduti che hanno turbato una comunità scolastica solitamente molto serena. Alle ore 9.00 circa, appena è scattato l’allarme gli alunni e i loro rispettivi docenti sono stati posti in sicurezza in palestra e nelle aree verdi che circondano l’edificio, nei punti di raccolta previsti dal piano di evacuazione della scuola nel pieno rispetto delle norme anticovid. Immediatamente sono state avvisate anche le forze dell’ordine che, prontamente giunte sul posto, hanno verificato l’insussistenza e la piena sicurezza dell’intero edificio, escludendo la presenza di materiale esplosivo. Per tutelare ancor di più l’incolumità degli alunni abbiamo richiesto anche la presenza dell’unità cinofili e degli artificieri che, arrivati sul posto, hanno svolto una vera e propria bonifica dei locali interni ed esterni all’istituto. Dopo circa due ore gli studenti sono rientrati in classe per svolgere regolarmente le attività didattiche. In qualità di capo d’istituto non posso non esprimere il più profondo rammarico per quanto accaduto. Qualcuno avrà ben pensato, con leggerezza e superficialità, di fare una goliardata e interrompere il servizio pubblico e le attività scolastiche. Si è trattato di un atto grave che non colpisce solo un “servizio” ma quello che nel nostro modo di sentire rappresenta un fondamentale luogo di aggregazione, di socialità, di formazione e di cultura per l’intera comunità. La nostra scuola,  spesso protagonista di concorsi e manifestazioni scolastiche, da sempre ha profuso ogni sforzo possibile per creare un clima di collaborazione e di confronto con gli studenti, con le famiglie e con la collettività nel suo complesso. Un tale gesto offende tutto ciò che riteniamo aver costruito e che stiamo continuando  a costruire con passione ed entusiasmo e di certo non potrà minare la nostra ferma convinzione circa la bontà del percorso intrapreso, nè tantomeno potrà farci desistere dal proseguire nella sua attuazione. La scuola è il luogo privilegiato della  legalità, pertanto deve essere determinata nel cercare di tradurre un episodio deprecabile in qualcosa di costruttivo e di crescita educativa. Per questo motivo ho ritenuto giusto dare una chiara ed esplicita risposta al vile gesto disponendo la ripresa immediata delle attività.                                                                                                                                                                     

    Attraverso queste poche righe, intendo esprimere, con l’orgoglio di rappresentare questa comunità scolastica, la mia gratitudine ai docenti, al personale, agli studenti e ai genitori che hanno agito con serietà e professionalità e hanno collaborato affinché tutto si svolgesse nel migliore dei modi possibili. Ringrazio vivamente anche  la Polizia di Stato e il Commissariato di Anzio per aver prontamente disposto le indagini e per aver svolto un eccellente lavoro senza farci mancare il loro necessario supporto.

    Il Dirigente Scolastico

     Dott. Gennaro Bosso

    Stampa Email

    avviso

    Si invitano docenti e studenti a prendere visione delle modifiche dell'orario pubblicato nell' apposita  sezione: area docenti e area studenti nel menù in alto del sito.

    Stampa Email

    Ancora un riconoscimento Etwinning per l’ITET E. Loi
     
    Per la terza volta la Loi ha ricevuto il National Quality Label ( Certificato di Qualità Nazionale ) per un progetto Etwinning. Nell’anno scolastico 2020 – ‘21 la classe IIIA Turistica ha partecipato al progetto “Across the Boundaries” coordinato dalla Prof.ssa di Lingua Inglese Silvana Albani referente eTwinning d’Istituto.  Il riconoscimento è stato attribuito per aver collaborato in modo proficuo ed attento con i partner della Turchia, Spagna e Polonia sulla piattaforma Etwinning svolgendo interessanti attività online utilizzando l’inglese come lingua veicolare.  Il progetto  ha avuto quindi lo scopo di  incoraggiare gli studenti a comunicare in L2 ed offrire loro un’apertura verso l’internazionalizzazione, migliorando così la competenza comunicativa  e le  capacità  di ascolto attraverso conversazioni con partner europei sulle proprie usanze e tradizioni. Il miglioramento della performance nella lingua veicolare e la cooperazione con i partner europei, hanno contribuito a migliorare l’autostima dei discenti e a sviluppare il pensiero critico, sconfinando, come suggerito dal titolo in un contesto europeo.

     Il progetto si è ben inserito anche come spinta motivazionale all’apprendimento per gli studenti che per dieci settimane, ogni sabato o domenica pomeriggio dalle 15,00 alle 16,00 si sono incontrati in modo virtuale con i loro “amici” Turchi ed hanno avuto l’opportunità di conoscersi conversando, in coppie internazionali, su tematiche stabilite dai docenti del progetto. “E’ stato un po' come uscire per una passeggiata, un momento di socialità e un aiuto a superare un momento difficile come il lockdown causato dall’allerta pandemica”, sostiene la prof. Albani fermamente convinta dell’utilità di questi progetti  che rappresentano un importante momento  di confronto e collaborazione per dar vita a nuove ed interessanti idee ed amicizie con i partner europei! Il progetto proseguirà anche nel corrente anno scolastico con un ampliamento delle tematiche di discussione e con il titolo “Let’s talk again across the boundaries”.

    Questo riconoscimento nazionale potrebbe essere seguito da un Certificato Europeo che consentirebbe alla Loi di riconfermarsi “Etwinning school” per l’anno scolastico 22-23.

    Stampa Email

    Altri articoli...

    Servizio Meteorologico Militare

    • Moodle
    • Generazioni
    • Delf
    • Avis
    • Universitaly